Come mantenersi in grazia

Dieci vie per perseverare

nella grazia

e crescere in essa

Il padre Ed Broom, sacerdote oblato esperto in ritiri e in evangelizzazione digitale, ricorda che in una occasione Santa Caterina da Siena, dottore della Chiesa, ricevette da Dio il regalo di contemplare un’ anima in stato di grazia santificante. Incantata e avvinta dalla magnifica bellezza di quest’anima, la santa cadde in ginocchio pronta per adorarla, credendo che quell’anima fosse Dio stesso. Immediatamente Dio informò Santa Caterina che questa persona non era Dio, ma semplicemente un’ anima che viveva in questa grazia santificante.

Però, cos’è la grazia santificante? Questa è un dono permanente e soprannaturale, cioè, superiore alle possibilità della natura, che eleva e perfeziona le nostre anime rendendoci figli di Dio e eredi del Cielo.

In uno dei suoi molti scritti, Sant’Alfonso affermò, relativo e pertinente al nostro tema, quanto segue: “La grazia di tutte le grazie è morire in stato di grazia”. Questo deve essere il grande obiettivo finale della vita cristiana.

In un articolo pubblicato su Catholic Exchange, il padre Broom dà dieci consigli per raggiungere e mantenere questa “grazia santificante” che ci avvicinerebbe a Dio nella stessa maniera che accadde a Santa Caterina da Siena:

 

1. IL NEMICO NUMERO UNO: IL PECCATO, MORTALE E VENIALE

Il peggior nemico della nostra vita spirituale in generale è la realtà del peccato. È tossico, velenoso, letale e mortale nella nostra ricerca di vivere e crescere nella grazia santificante. Il peccato veniale diminuisce la grazia di Dio nella nostra anima; il peccato mortale, nostro peggior nemico, espelle la grazia dalla nostra anima. Chiediamo umilmente a Dio la grazia di aborrire il peccato, ogni peccato, ma specialmente il peccato mortale!

 

2. ORAZIONE

Quello che l’ossigeno è per i polmoni è la preghiera per l’anima. È importante porre in luce come la grazia fluisce nell’anima attraverso l’orazione, e specialmente attraverso Maria, la piena di grazia. Detto ciò, qualsiasi preghiera offerta a Dio con umiltà, purezza di intenzione e amore aumenta la grazia nelle nostre anime.

 

3. PENITENZA: PRATICA DI SACRIFICI

Nostra Signora di Fatima disse nelle sue apparizioni, con tristezza, che molte anime sono perdute per tutta l’eternità perché non si offrono sufficienti orazioni e sacrifici a Dio per la conversione dei poveri peccatori. Agli occhi di Dio, sebbene siano piccoli, qualsiasi sacrificio fatto con amore raggiunge la grazia e, a volte, incluso la grazia necessaria per la conversione di un peccatore, specialmente i peccatori sul letto di morte.

 

4. CARITÀ

Tutti i santi sono unanimi sulla più grande tra tutte le virtù: l’ amore o la carità soprannaturale. San Paolo esprime questa verità in maniera eloquente nella sua lettera ai Corinzi. Cerca di acquisire l’abito di sforzarti giornalmente per porre in pratica almeno una delle opere di misericordia corporali e spirituali. Sono sette di ognuna. Praticando atti concreti di amore verso il prossimo, la grazia aumenta nella nostra anima!

 

5. SACRAMENTO DELLA CONFESSIONE

La vita sacramentale è fondamentale per raggiungere la grazia. Se si perde la grazia di Dio per aver commesso un peccato mortale non bisogna disperare ma porre la fiducia nella Misericordia Infinita di Dio. Ricordati le parole del Salmo: “Dio è lento all’ ira, ma ricco nella misericordia”. E quantunque non si cada in un peccato mortale, possiamo ancora ricorrere alla confessione frequente confessando i peccati veniali e aumentando così la grazia santificante nell’anima, utilizzando il Sacramento della Confessione come medicina preventiva e curativa.

 

6. DOCILITÀ E APERTURA ALLO SPIRITO SANTO

Altro mezzo efficace per aumentare la grazia è vivere una vita raccolta ed essere aperti alla presenza di Dio attraverso le ispirazioni dello Spirito Santo. Quanto più umili, silenziosi, puri e raccolti si arrivi a essere, più sarà poderosa l’opera dello Spirito Santo nell’anima. Per tanto, quando lo Spirito Santo invia una brezza soave però insistente, ogni volta che si dice Sì, un diluvio di grazie discende nell’alma.

 

7. CONVERTITI IN UN MENDICANTE DINANZI A DIO, TUO MAESTRO

Gesù dichiarò inequivocabilmente l’importanza dell’orazione di supplica: “Chiedi e riceverai; cerca e troverai; chiama e la porta s’aprirà”, assicura il Vangelo. Se si prega umilmente a Dio, così come la Vergine, per ottenere la capacità di rafforzare la grazia nella tua anima, senza dubbio questa richiesta sarà concessa. Di fatto, Dio desidera inviare la sua grazia persino più di quanto noi desideriamo riceverla.

 

8. LA SANTA MESSA E LA SANTA COMUNIONE

Senza comparazione, il mezzo più efficace per mezzo del quale possiamo crescere nella grazia è la ricezione dell’Eucaristia in maniera fervente, umile, fiduciosa e degna. La ragione non potrebbe essere più chiara: l’Eucarestia è Dio stesso!

 

9. PROCURA CHE SI OFFRANO MESSE PER TE E LE TUE NECESSITÀ

Padre Brown assicura che nelle sue nozze d’argento sacerdotali, sua madre offrì 25 messe per i suoi 25 anni da sacerdote. “Esplosioni di grazie che lanciarono dal cielo, un oceano infinito di benedizioni e grazie fluì da ognuna di queste messe che si offrirono per me e le mie intenzioni. Sono infinitamente grato per tale regalo e benedizione. Grazie mamma!”, afferma il sacerdote.

 

10. NOSTRA SIGNORA, PIENA DI GRAZIA

Non occorre dire che rivolgersi a Maria, piena di grazia, pregarle frequentemente y ferventemente è uno dei mezzi più efficaci per conservare la grazia santificante nella nostra anima, difenderla, aumentarla e infine morir in questo stato.

 

Fonte: www.religionenlibertad.com

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *