Come riconoscere un narcisista

Tendono ad avere

un'immagine di se stessi

molto distorta rispetto alla realtà

Se ci sono persone che hanno l’autostima a terra, ci sono altre che hanno l’ego “troppo alto”. E anche se tutti dovrebbero essere in grado di amare se stessi, essere felici di come sono e sentirsi a proprio agio con il proprio corpo, come si suol dire, “tutto ciò che è in eccesso è cattivo”, e questo caso non va ad essere l’eccezione.

Stiamo parlando del disturbo narcisistico, un disturbo di personalità che presuppone che le persone che ne soffrono non siano in grado di vedere i fallimenti in se stessi o di assumersi le proprie responsabilità quando le cose non vanno bene. “Tendono ad essere persone molto competitive che tendono ad esaltare ed esagerare le proprie qualità, essendo questa l’immagine di se stessi che proiettano agli altri”, spiega la psicologa Sara Prieto, del Centro TAP, la quale aggiunge che questo atteggiamento di superiorità di fronte agli altri non è una simulazione, ma che i narcisisti “credono veramente in sé stessi nel modo in cui si mostrano a chi gli sta intorno”.

Il fatto che una persona abbia tale visione esagerata di se stesso finisce per interferire nelle sue relazioni sociali. “A livello sociale, tendono ad essere poco collaborativi e individualisti”, spiega la psicologa. Inoltre, sottolinea che in molte occasioni per queste persone cessa di essere importante essere fedeli alla verità, manipolando ed esaltando le loro capacità. Se questo disturbo rasenta l’estremo, le persone che ne soffrono arrivano ad avere problemi nella loro vita e nella vita delle persone che li circondano. “Anche se non a questi livelli, molte persone possono avere alcuni tratti narcisistici della personalità però mantenendo la funzionalità, pertanto senza che interferisca nelle loro vite e quindi non si considera un disturbo narcisistico di personalità”, afferma la professionista.

 

Come riconoscere una persona narcisistica

Le persone che soffrono di questo tipo di disturbo (più frequente negli adulti, negli uomini e nelle persone con bassa autostima) hanno alcune caratteristiche peculiari che possono aiutarci a riconoscerle:

– Hanno una visione molto alta di se stessi, considerandosi al di sopra degli altri.

– Posseggono bassa capacità di introspezione e apprezzamento del loro mondo emotivo.

Mancano di empatia e rimangono concentrati su sé stessi.

– Hanno uno stile di comunicazione in cui non esiste la comprensione o l’accordo con l’interlocutore.

– Nella relazione con gli altri tendono a controllare e manipolare l’altro per raggiungere i loro obiettivi.

– Un atteggiamento frequente è quello di stabilire relazioni ineguali in cui si posizionano sopra l’altro per mostrare la loro superiorità.

 

Narcisismo lavorativo e affettivo

Due degli ambiti in cui una persona narcisistica può trovare più problemi con l’ambiente circostante sono quello del lavoro e quello affettivo. In primo piano, Sara Prieto commenta che “la persona con disturbo narcisistico può avere difficoltà a obbedire alle linee guida o alle indicazioni dei propri superiori e comportamenti inappropriati con loro e i propri coetanei”. Inoltre, spiega che queste persone possono essere irritabili se ritengono che, nella loro azienda, non vengono valutate come dovrebbero, chiedendo in molti casi un trattamento diverso dai colleghi.

Nelle relazioni affettive è anche complesso rapportarsi con una persona con disturbo narcisistico. “Nelle loro relazioni familiari, sociali o di coppia, tenderanno a dare priorità ai propri bisogni rispetto a quelli degli altri. Questo atteggiamento di scarsa flessibilità rispetto ai bisogni o alle opinioni altrui, l’intolleranza alle critiche e la superiorità con cui sono viste, può essere fonte di molti conflitti dalla soluzione difficile”, conclude la professionista.