Pensieri – 3

San Giovanni Crisostomo

Giovanni, detto il Crisostomo, ossia Bocca d’oro, a motivo della sua eloquenza, nacque ad Antiochia di Siria, intorno al 349. Orfano di padre, fu cresciuto dalla madre, Antusa, la quale gli trasmise una profonda fede cristiana. Frequentò gli studi superiori, avendo come maestro Libanio, pagano, il più celebre retore del tempo. Alla sua scuola, Giovanni divenne il più grande oratore della tarda antichità greca. Formato alla vita ecclesiastica da Melezio che lo istituì lettore nel ’71; si ritirò poi nel deserto per 4 anni, tra gli eremiti, sul monte Silpio. Per altri 2 anni, visse da solo in una grotta praticando una dura vita ascetica. In questo tempo si dedicò interamente allo studio della Parola di Dio. Ammalatosi, dovette ritornare ad Antiochia, dove comprese la sua vera vocazione: essere Pastore d’anime. Nel 381 fu ordinato diacono, nel 386 presbitero, divenendo celebre predicatore nelle chiese della sua città.

Nel 397 fu nominato Vescovo di Costantinopoli, capitale dell’Impero Romano d’Oriente. Qui promosse la riforma della Chiesa che desiderava più austera, a partire dal palazzo episcopale, ma questo gli guadagnò molti nemici. Uomo di retta coscienza non poteva tacere dinanzi la condotta perversa dell’imperatore, né dinanzi gli abusi e la corruzione di alcuni Vescovi. Tutto ciò sfociò nella condanna all’esilio, nel 403.

Il suo rientro fu breve, presto venne costretto ad un nuovo esilio, a Cucusa in Armenia. La condanna all’esilio fu una sentenza di morte. Maltrattato dalle guardie imperiali, costretto al logorante spostamento da Cucusa verso Pytius, il suo cammino si interruppe a Comana nel Ponto ove, portato moribondo nella Cappella di san Basilisco, esala l’ultimo respiro. Era il 14 settembre 407, festa dell’Esaltazione della Croce.

Il Crisostomo si colloca tra i Padri più prolifici: 17 trattati, più di 700 omelie, i commenti a Matteo e a Paolo e 241 lettere. Con i suoi scritti si preoccupa di accompagnare lo sviluppo integrale della persona e trasmettere la vera dottrina cristiana, combattendo le eresie dell’arianesimo.

 

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *